Bianco, soffuso, sfumato.

Tag

, , , , , , , , ,

dscn0570

Fu così che mi apparse .
E benchè i suoi occhi fossero profondi come
guardare un abisso immerso nelle viscere della terra,
il bianco, soffuso e sfumato era nel suo sguardo.

“Ti ho vissuto come si vive navigando il mare.
Ti ho vissuto come si vive aspettando il vento
Ti ho vissuto come solo l’amore fa vivere.”

Poi le nubi scivolarono dentro i raggi del sole.
L’umidità lavò le mie mani…avvolse i miei occhi
e non ci fu nulla …
Quel bianco e soffuso e sfumato riverbero
cadde ai miei piedi e
fu solo silenzio.

vento

Annunci

tu cadi

Tag

, , , ,

p1030076
foto ©Duilio

..in silenzio tu cadi.
E ricopri d’amore tutti i tetti della città.
Ti guardo , per l’ultima volta.
Come sai giocare tu con l’amore nessuno sa farlo.
I tuoi fiocchi sono parole piene.
Tu sei ciò che il mare è.
E quando cadi sulle sue rive io non ci sono mai.
Mi lasci quel certo non so che ed io m’attacco
al tuo volere.

Il giorno che camminando sulla spiaggia di un mare mio,
tu cadrai, vorrà dire che io sarò per sempre quel fiocco.
E cadendo sulla mia mano si scioglierà mescolando i miei sapori , appannando la mia vista,
e stringendo un sogno tra labbra carnose e desideri infantili,
me ne andrò insieme a te.

Ma adesso in silenzio tu cadi come cade la neve sui tetti della tua città
e sei solo un sogno senza ritorno.

vento

carissimo Duil,
ce l’ho fatta.
Ho programmato la pubblicazione 5 minuti prima del nuovo anno.
Dicembre trova la sua giusta collocazione.
E Dicembre è la fine della nostra collaborazione.
Credo che le mie parole abbiano fatto compagnia
alle tue delicate fotografie.
E’ il regalo che ci siamo fatti in questo anno ormai finito.
lo reputo un buon regalo.
per il semplice fatto che è sincero.

Altro non ho da aggiungere se non dirti
“Buon Anno” carissimo amico mio.
A te e a chi ti ama come tu ami loro,
presenze uniche e indissolubili della tua vita.
A presto
vento

Rondò di nuvole

Tag

, , , , , ,

Rondò di nuvole
foto © Duilio

Averti dentro l’anima,
che cosa è.
Un continuo vortice
tra tinte forti artificiali
e colori d’Africa infinita.
Come quel male che ti prende, di notte.
Come quel sibilo di vento che entra
nei pori della pelle e ti dilania l’idea,
che ferisce le nuvole e poi le getta
furbescamente lontano.

Sei lì, al centro.
Come spirale risucchi il tormento.
E come una corrente trascini
i miei denti della polvere velenosa.
Ridi, ma non sei musica.

Spazzi via le briciole.
Contempli il mondo e cambi suono velocemente .
Cammini nei cieli alti e poi scendi
per poi risalirci sopra,
per scappare dal nostro stesso tormento.

E lo sarà, il tuo tormento.
Come lo stesso male che prese me.
Che incatenò Te, ieri e adesso.
Avermi dentro l’anima,
che cosa è.
Sono dura , lo so.
…i vortici a volte ci rendono tali.
La musica non sempre è melodia.

vento

Piove ma i colori sono belli ugualmente

Tag

, , , , , , , ,


© foto Duil

Dopo ogni temporale,
esce un sole che sorride.
Dopo ogni temporale,
il cuore non dispera.

E l’erba riprende il suo vigore.

Tra le gocce ormai ferme , mi ricordo il campo.
Ci ha visti vivi e sorridenti.
Nel viottolo deserto le voci ridevano d’allegria.
E di pioggia si dissetavano.

Come bimbi correvamo, e in grembo avevamo solo noi.
E che magia la pioggia se ci balli sotto.
Mai stanchi e mai bagnati.
E quanti baci dietro un vetro appannato d’amore
e di speranza, così belli da restare amanti
una notte intera.

Sono i temporali che ci fanno innamorare.
Dietro un vetro, sotto un cielo , davanti ad una piazza,
abbracciati in una sola goccia.

…e quando lo sento avvicinarsi,
io sorrido e rivedo te,
dopo ogni temporale.
Lo so,
ora piove ma i colori sono belli ugualmente.

vento

Carissimo Duil,
novembre è iniziato.
Un po’come dire che l’aria sarà fredda e pungente.
Oggi è festa…una festa strana e buffa.
E se ho scelto questa foto è per ricordarmi che nulla è eterno anche se…
dopo ogni temporale tutto sembra tornare a vivere.

Una delle cose belle che mi hai insegnato è l’attimo magico della fotografia
che scolpisce nella mente un momento
altrettanto magico.
Magico come il finestrino di un’automobile da cui intravedi tutta la tua vita.

..e tra le gocce e i miei ricordi sono nate queste parole.
Grazie a te e un bacio a Elsa.

Ogni volta che ti guardo

Tag

, , , , , , , , , , ,

© Foto by Duil

 

Ogni volta che ti guardo
il mio cuore batte forte.
Dio mio quanto sei bella.

Il tuo sguardo così limpido e delicato
che non ebbe colore più bello,
nella storia dei tempi.

Ti amai all’istante.
E ti amai quando ancora eri sono un respiro
dentro l’anima mia.
Immaginai i tuoi occhi, azzurri come il cielo
di settembre.
Immaginai il colore oltremare, quello forte
e coraggioso. Indomito contro le rocce,
avvolgente sulla sabbia.

Ti amai più del mare e della terra.
E urlai al vento l’amore.
E caddi sopraffatta dal dolore.

Niente fu come immaginammo.
Niente portò giustizia alle nostre vite.
ma ti vedo crescere, amare e inevitabilmente
voltare lo sguardo altrove.

E allora voltalo , guarda, osservati.
Spiega le tue lacrime e portale lontano.
Che mai i tuoi occhi possano piangere davanti ai suoi.
Devi amarli.
Stringili e sentili parte di questo nostro
miracolo.

Tu, occhi d’amore, racchiudi
tutti i colori che un giorno io avevo sulla pelle.
Tu, occhi d’amore, sei la mia favola più bella.
Sei quello di cui io m’innamorai
quando ancora i tuoi occhi erano chiusi.

..ecco, volevo dirtelo.

vento
Dedicata a Sara e a tutte quelle persone
che riescono a vedere oltre il visibile.
Tangibile è il dolore di queste parole.
Ma altrettanto preziose, piene d’amore,
e ricche di felicità perché
lo sguardo di ogni giorno che voi regalate
a chi vi passa vicino,
vale davvero mille vite.
E anche oltre.

Abbiate sempre cura dei vostri occhi e fatene tesoro.
E’ incalcolabile il suo valore.

Ivana

 

Ricordo blu.

Tag

, , , , , , , , ,



© Duilio <clicca

Non voglio sentire.
Non voglio ascoltarti.
Mi hai lanciato oltre.
Ed io, sommersa da un mare blu,
mi sono lasciata
trasportare.
Lontano.
E' stato come scendere nell'inferno.
E' stato un abbandono lento.
Come le pareti di una casa consumata,
hai spazzato via i miei contorni.
Dispersi in acque blu.
Sono rimasta scheletro di me stessa.
Ma fatalmente bella dentro.
Perché ho un ricciolo d'amore.
E una spirale che mi tiene qui.
Tuo malgrado.

Ora sono un ricordo Blu.
Ogni tanto mi spolvero,
tolgo la sabbia e mi stringo.

E’ stata una caduta senza fine.
Ma la fine arriva sempre.
E vince.

vento

Tre volte Blu

Tag

, , , , ,

 © Duil < clicca

Quel colore tre volte Blu,

ha strappato dalla terra

le mie radici.

Un giorno sei nato.

Immenso  come gli Oceani .

Affascinante come l’abisso

Prepotente come l’acqua che si getta sulla roccia.

E lì ti ho amato, oltremodo.

Tre volte mi hai legata a te.

Non voglio sciogliermi.

E  tu  non mi lasci mai.

Nuda, sulla spiaggia senza Mare,

tre volte morirei.
Per te.

vento

Astratto

Tag

, , , , , , ,

IMG_1404

Mi puoi vedere , toccare e sentire.
Puoi camminare al mio fianco come neve d’oblio.
Puoi salire scalini sino alla vetta più alta.
A te bastava solo carezzare la fronte sudata d’amore
e il mondo si apriva .
Sei fuggito,
hai trapassato l’ignoto e portato via la quiete.
Lasciando qui l’amore
hai colto l’Astratto.
E lei, donna di fragile vetro,
ha riflesso i suoi anni  nell’apparenza perfetta
di un quadro senza autore.

vento